Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Ecoincentivi forse ritornano...

La commissione bilancio del Senato, nel corso della seduta del 09/12/2006, ha approvato un emendamento del Governo che prevede di nuovo gli ecoincentivi alla rottamazione.


Per le auto Euro 0 ed Euro 1, senza comprarne una nuova, il contributo ammonta a 80 euro. Sarà di 800 euro nel caso se ne acquisti un’altra Euro 4 o Euro 5, con emissione non oltre 140 gr. di CO2 x Km.; in questo caso si aggiunge anche l’esenzione del bollo per due o tre anni. Altra novità importante riguarda le tempistiche di attivazione del provvedimento. In un primo momento si pensava ad un’attivazione da gennaio 2007, invece gli incentivi sulla rottamazione interesseranno i veicoli acquistati dal 3 ottobre 2006 al 31 dicembre 2007. Per usufruire del bonus e del bollo gratis bisognerà consegnare l’auto vecchia e inquinante entro 15 giorni dall’arrivo di quella nuova.

Per gli autocarri è previsto un contributo di euro 2.000 per l’acquisto di un veicolo non superiore a 35ql, Euro 4 o Euro 5, a fronte di rottamazione di un veicolo Euro 0 o Euro 1 della medesima categoria. Sono esclusi dagli incentivi i veicoli trasformati in autocarro.

Per quanto riguarda l’acquisto di autovetture ed autocarri Gpl. Elettrici. Metano o ad idrogeno, è concesso un contributo di euro 2.000. Dette agevolazioni possono essere cumulabili con quelle previste per la sostituzione di autovetture e autocarri.

Tutto questo è legato alla approvazione della Finanziaria, il cui testo è soggetto a continue modifiche.