Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

IVASS, arriva l'AIA (Archivio Infomatico Integrato Antifrode)

L'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, in seguito all'entrata in vigore di un decreto interministeriale, si doterà di un nuovo sistema di prevezione e contrasto delle frodi assicurative denominato AIA, acronimo di Archivio Infomatico Integrato Antifrode.

Il sistema sarà in grado di fornire a richiesta un indicatore potenziale del rischio di frode analizzando e comparando i dati presenti nei seguenti archivi: Banca dati sinistri, Anagrafe testimoni, Anagrafe danneggiati, Banca dati dei contrassegni assicurativi, Archivio nazionale dei veicoli, Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, Pubblico Registro Automobilistico (PRA) e Ruolo dei periti assicurativi. In seguito, ulteriori informazioni riguardanti persone coinvolte direttamente o indirettamente nei sinistri contribuiranno a rendere ancora più efficace l'AIA e sarà potenziata l'interazione con l'attività antifrode delle compagnie assicurative.