Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

CdP digitale: diminuiti i documenti da presentare

Grazie alle forti critiche e pressioni delle associazioni di categoria (Unasca e Confarca) sono diminuiti i documenti da presentare per la trascrizione delle vendite con il CdPD, Certificato di Proprietà Digitale o smaterializzato.

E' stata infatti eliminata la delega allo STA che il venditore doveva firmare contestualmente alla firma sull'atto di vendita. Non si dovrà presentare neppure la fotocopia del documento di identità del firmatario.
Non rimarrebbe altro che eliminare anche gli emolumenti che portano al PRA milioni di euro.


Qui di seguito una rassegna stampa sulle critiche della categoria.

Il Fatto quotidiano:  "ci guadagna solo l'Aci"

CorriereComunicazioni: La rivoluzione digitale un fallimento

Canale_Motori: passaggio di proprietà più complesso

AlVolante: passaggi di proprietà più complicati

Sicurauto: aumenta il consumo di carta e nessun risparmio

CarrozzeriaAutorizzata: vero vantaggio per gli automobilisti?

PartsWeb: tutto più complesso